Il PVC è cancerogeno? Caratteristiche e falsi miti sul PVC

17/12/2018 Casa

Il PVC Schuco è un materiale sicuro ed ecologico, utilizzato perfino in ambito medico per le sue caratteristiche straordinarie

Il PVC è un materiale straordinario, ecologico, economico e dalle caratteristiche insuperabili, ma spesso si è trovato al centro di leggende metropolitane che davano un'immagine distorta di questo materiale dalle caratteristiche uniche. Una recente ricerca indipendente e commissionata da Ecvm (European council of vinyl manufacturers), una divisione di Plastics Europe, l’associazione europea dei produttori di materie plastiche, che rappresenta il 100% dei produttori di plastica in Europa, ha fatto emergere un risultato veramente sbalorditivo: Il PVC, nei confronti di altri materiali naturali come il legno e il metallo, risulterebbe come il miglior prodotto in termini di costi–benefici. 

Schuco, il nostro partner da sempre attento alle tematiche ambientali, realizza infissi utilizzando questo materiale nel pieno rispetto dell'ambiente.

Partiamo col chiarire che il PVC non è assolutamente cancerogeno: non contiene ftalati né plastificanti ed è quindi assolutamente innocuo, sicuro e affidabile, è totalmente riciclabile, non contiene metalli pesanti e additivi tossici o nocivi. D'altronde, un'ulteriore riprova della totale salubrità di questo materiale è che molti dispositivi medico-chirurgici, come siringhe, guanti sterili o ciucci per bambini sono realizzati con PVC.

A differenza infatti di altri materiali, come ad esempio l’alluminio, il PVC è composto per circa il 60% da cloruro di sodio, comunissimo sale, una sostanza inesauribile e ampiamente presente in natura. Le moderne tecnologie poi, hanno permesso di rendere questo polimero sempre più efficiente dal punto di vista delle performance tecniche e, allo stesso tempo, ecologico, grazie alla possibilità di essere riciclato fino a 7 volte.

In più, la realizzazione di profili in PVC prevede un ridotto consumo di energia e la stessa estrazione del sale, quale materia prima principale, non ha impatti significativi sull’ambiente mentre, ad esempio, per il legno è indispensabile abbattere alberi con conseguente riduzione di apporto di ossigeno in atmosfera.

Gli infissi in PVC necessitano di scarsa manutenzione, hanno una durata superiore, in genere dai 30 ai 50 anni, e grazie al notevole isolamento termico, permettono un risparmio energetico del 30% sui combustibili per il riscaldamento, riducendo anche le immissioni di CO2.